Studio Chiesa racconta la mostra Mimicry di Chiara Lecca
Workout Magazine By Studio Chiesa Communication

Studio Chiesa racconta
la mostra Mimicry di Chiara Lecca

L’operato artistico di Chiara Lecca si struttura sull’utilizzo di residui di origine animale che vengono riconnotati in un contesto estetico e di significati nuovo.

Il cibo che normalmente alimenta l’uomo nelle parti di scarto torna ad alimentarlo attraverso il processo creativo di Chiara Lecca. Orecchie e zampette di coniglio divengono fiori in composizioni in vaso e in bouquet, chiome di crine di cavallo sono pettinate in acconciature preziose proprie di una nobiltà decaduta, viscere mutano in forme ancestrali di vita, oggetti che paiono di un design alternativo. La mostra “Mimicry” racconta tutto questo attraverso il curatore, Fabio Carnaghi, Elisabetta Pozzetti e l’artista stessa.

Post correlati

Cultura

AUDIBLE FORMS , L’INSTALLAZIONE DI MICHELE SPANGHERO AL MART DI ROVERETO

L’ottobre scorso, nel decimo anno dalla fondazione del Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto…

leggi tutto →
Cultura

ZHANG HUAN: QUANDO L’ARTE SI SPOSA CON LA SOSTENIBILITÀ

Zhang Huan è uno dei principali artisti contemporanei. Artista concettuale, nelle sue opere e performance…

leggi tutto →
Cultura

MARINA ABRAMOVIC. THE ABRAMOVIC METHOD CONFERENZA STAMPA AL PAC DI MILANO

Marina Abramović parla di sé, del suo tracciato artistico, della Performance Art e della mostra milanese “Marina Abramović…

leggi tutto →