PMI LUOGHI FERTILI DELL’ARTE DEL FARE
Workout Magazine - Studio Chiesa Communication

PMI LUOGHI FERTILI DELL’ARTE DEL FARE

L’inizio del nuovo anno rappresenta un momento di riflessione e rinnovamento per tutte le aziende italiane, e in particolare per le PMI. Le piccole e medie imprese costituiscono una parte importante del tessuto produttivo, e rappresentano una risorsa fondamentale per la crescita economica e sociale del Paese.
La loro vitalità e innovazione sono alla base del successo dei nostri settori manifatturieri e della nostra economia nel suo complesso; sono parte integrante del nostro territorio, vivono a contatto con le comunità. Il legame che ne deriva determina non solo la loro identità ma anche il grado di innovazione che riescono ad apportare nel sistema sociale e imprenditoriale.

2023 Bergamo Brescia e Pavia, capitali dell’arte del fare
Capitale Italiana della Cultura e Capitale della Cultura di Impresa: due titoli significativi che hanno come comune denominatore la Cultura e consegnano ai cittadini una promessa di valorizzazione dei saperi e delle competenze di imprese e territori.

Per il 2023 i titoli sono stati assegnati rispettivamente a Bergamo Brescia e a Pavia – aree queste da sempre votate all’industria e all’artigianato, ricche di cultura di impresa. In questo contesto, ancora una volta la Cultura rappresenta il driver di eccellenza, l’elemento aggregante e l’acceleratore per un rinnovamento civile, per la creazione di fondamenta più solide, per uno sviluppo sostenibile ed una crescita sociale dell’Italia – e in particolare di queste Province – nei confronti soprattutto delle nuove generazioni.  

Cultura di Impresa, segno tangibile del nostro tempo
Lavoriamo costantemente al fianco delle imprese per contribuire al loro successo e dare forma alle loro aspirazioni. Crediamo nella valorizzazione di quel patrimonio di conoscenze ed esperienze uniche che le imprese custodiscono come loro identità essendo parte integrante della comunità. Come il territorio vive dell’impresa così l’impresa cresce e migliora grazie alle risorse di prossimità, creando un benessere condiviso a livello sociale e ambientale. 

Anche quest’anno vogliamo dedicarci a tutte quelle aziende che desiderano cogliere l’opportunità di un cambiamento attraverso la Cultura, per creare un nuovo racconto identitario della propria impresa, fatto non solo di prodotti e numeri da incasellare, ma soprattutto di persone, esperienze, storie e nuove sfide che si intrecciano ogni giorno in un legame continuo con la comunità e l’ambiente.

Imprese in cui avvengono passaggi generazionali, si creano nuovi investimenti, in cui termini come inclusione, lavoro agile e sostenibilità entrano a far parte di una nuova quotidianità. Fare impresa oggi implica un cambio di paradigma. Ci chiede più coraggio sicuramente, e molta moltissima consapevolezza di ciò che siamo e di dove vogliamo andare. Tutto questo è possibile anche attraverso la Cultura e i suoi numerosi linguaggi, in cui i saperi del passato convivono con quelli del XXI secolo, nella costruzione di un equilibrio costante.

Workout Magazine – Studio Chiesa Communication…

Post correlati

Branding

GRAZIE ALLA MANIFATTURA ADDITIVA, IL BRAND È PROTETTO DALLA TECNOLOGIA

E’ partito da Budapest il 105esimo Giro d’Italia, il grande evento sportivo che appassiona milioni di ciclisti amatoriali…

Branding

GIRO D’ITALIA: IL ROSA, POTENTE ICONA DI ITALIANITÀ

E’ partito da Budapest il 105esimo Giro d’Italia, il grande evento sportivo che appassiona milioni di ciclisti amatoriali…

Branding

GIORNATA MONDIALE DEL COLORE: LA SUA IMPORTANZA NEL BRANDING AZIENDALE E DI PRODOTTO

Il 6 maggio si celebra la Giornata Mondiale del Colore, conosciuta anche come World Kids Colouring Day…

Hai già letto la nostra newsletter?

Ogni mese proponiamo contenuti sempre aggiornati su branding, digital marketing, sostenibilità e cultura di impresa. Workout Magazine è molto più di una newsletter: è uno strumento per allenare la mente, arricchire il pensiero e dare forma a nuovi talenti.

"*" indica i campi obbligatori

Nome
Consenso*